EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Donna Coraly Resort
ospitalità ad arte
In un’antica masseria di Siracusa sorge il Donna Coraly Resort. Una sartoria dell’hôtellerie in mezzo al verde, dove tutto è costruito su misura intorno al cliente
DI Alessandro Botré

Esterno-Tramonto

Tempo medio di lettura: 1' 20''

«Conosci il Paese dove fioriscono i limoni? Nel verde fogliame splendono arance d’oro, un vento lieve spira dal cielo azzurro». Nell’angolo sud levantino della profumata Sicilia sorge un’oasi dove i versi di Goethe tornano alla mente. È il Donna Coraly Resort, una villa gentilizia inserita in una masseria del 1400 nella storica tenuta San Michele, una manciata di chilometri a mezzogiorno di Siracusa.

 

Un luogo dove si capisce cosa sia l’arte dell’ospitalità, applicata con una passione più unica che rara della padrona di casa Lucia Pascarelli. Lucia non è una professionista, ma in virtù delle sue esperienze di viaggio e del suo gusto per il bello ha saputo trasformare il podere di famiglia in una sartoria dell’hôtellerie, dove si taglia e si cuce a seconda delle richieste degli ospiti: dalla gastronomia al benessere e alle gite culturali o naturalistiche.

 

La titolare Lucia Pascarelli.

La titolare Lucia Pascarelli.

 

Lucia allestisce centritavola con fiori freschi del suo roseto personale e dopo cena non di rado condivide i sigari dal suo humidor per una fumata al chiaro di luna. Il nome della struttura, articolata in cinque eleganti suite, è un omaggio alla nonna, Donna Coraly Grande Sinatra, protagonista della vita culturale siracusana del ’900 che qui molti ricordano ancora e che rivive grazie alla nipote.

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui