EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Arbiter
tessuti
Non ci sono più le mezze stagioni? E allora ecco i tessuti "quattro stagioni" presentati dai grandi lanifici a Milano Unica. Drappi che coniugano versatilità e l’appropriatezza
DI Giancarlo Maresca - FOTO DI Laila Pozzo

arb_Tessuti_1

Tempo medio di lettura: 5'

Come ogni anno sono stato inviato da Arbiter a Milano Unica, la più importante fiera tessile per quanto riguarda il mondo maschile. Visionando i campionari, il dolore per la scomparsa di qualche vecchia gloria è sempre largamente compensato da proposte che rivelano nei nostri lanifici una competenza e inventiva di livello assoluto. 

 

Non saprei dire se esista un altro settore che sappia rispettare così religiosamente la storia e capire altrettanto bene il presente. I migliori tessuti pluristagionali proposti, di cui offriamo una carrellata, abbinano a prestazioni all’avanguardia una collocazione ben chiara nei riferimenti. Si capisce bene cosa dicono e a chi si addicono, ed è questo che un buon tessuto deve esprimere. Non tutto è così, naturalmente. Parte della ricerca imbocca sentieri che non posso condividere, come l’uso di elastomeri o della stampa. Una certa elasticità si può ottenere naturalmente, e se non basta, bisogna cambiare il modello, non forzare materiale. Quanto a disegni e colori, in drapperia si ottengono con la tintura in top, in filo o in pezza, non imprimendoli a tessuto finito. Il criterio di valutazione che suggerisco a chi ama vestire parte da una semplice domanda: con questo tessuto ci verrebbe bene un abito di sartoria, o è destinato solo a confezione e fashion? La risposta è già una sentenza, che assolverebbe esemplari come quelli illustrati per non aver commesso il fatto.

 

L’uomo “Spersonic” di Vitale Barberis Canonico 

All’uomo che viaggia per lavoro o per piacere è dedicata la collezione Supersonic. Lane resilienti per un’ingualcibilità senza eguali, filati ad alta torsione per una grande traspirabilità. L’elasticità è naturale, con la possibilità di un trattamento idrorepellente per affrontare ogni clima. Dal basso, una tela high twist per abito, lana da 260 g; un hopsack perfetto per un blazer, lana da 300 g; tessuto da giacca costruito con un’armatura a nido d’ape grazie a filati 4 ply, lana, 360 g (vitalebarberiscanonico.it).

 

La Cortina di Drago

arb_Tessuti_2

 

Pied de poule marrone della linea Cortina, il nome richiama la celebra località montana dolomitica. Una selezione di tessuti realizzati con lane Merino Super 130’s in svariati disegni e colori. Peso di 310-320 g. La linea Swing invece (gessato blu) prende il nome dal celebre tiro di golf. Tessuti natural-stretch estremamente confortevoli, qui in Super 130’s pura lana Merino di 230-240 g. Lana Merino Super 130’s anche per il Vantage grigio, da 17,2  micron e dal peso di 250-270 g (dragobiella.it).

 

ITravel del Lanificio F.lli Cerruti

 

arb_Tessuti_1

Il tessuto iTravel, qui in check bordeaux su blu, ha una naturale resistenza alla piega, è ingualcibile e scattante. Pesante 340 g, in lana, è un ideale compagno di viaggio, come suggerisce il nome. Il principe di Galles è invece un Nobility 150’s AAAAA da 250 g in lana, armatura batavia. La lettera A, antico metodo di qualificazione delle fibre, si riferisce a lunghezza, luminosità e colore della fibra. Questa lana di categoria AAAAA proviene da pecore della regione australiana del Queensland (lanificiocerruti.com).

 

 

Loro Piana presenta Zelander e Natural Stretch

 

arb_Tessuti_3

 

Zelander è una famiglia di tessuti in lana Merino neozelandese, del peso di 230-270 g, caratterizzata da straordinaria resistenza, oltre che dà brillantezza, elasticità e piacevole dolcezza al tatto. In particolare, nella versione Natural stretch: grazie alla sua increspatura, la lana è naturalmente dotata di una «memoria interna» che permette alla fibra di ricordare e riprendere la propria forma originale, anche dopo essere stata sottoposta a movimenti, torsioni o schiacciature (loropiana.com).

 

Trabaldo Togna, naturalmente elastico 

 

arb_Tessuti_4

L’azienda ha presentato una serie di modelli che risultano naturalmente elastici grazie a finissaggi particolari, dalla bio-lana al mohair, dalla lana con effetto cotone al cashmere. Sullo sfondo, un batavia a quadri in pura lana super 150’s da abito, del peso di 260 g. Nei riquadri, dal basso, tela in pura lana Super 150’s da abito del peso di 230 g; tessuto da giacca tridimensionale in filati hightwist del peso di 290g; tessuto da giacca sablé in pura lana Super 120’s del peso di 290 g (trabaldotogna.com).

 

Il filato forte del lanificio Ermenegildo Zegna 

 

arb_Tessuti_5

Il Solaro è una rivisitazione più leggera e morbida del tradizionale tessuto inglese, già in origine concepito come mezza stagione: è composto al 60% in lana e al 40% in lino, peso 260 g. Sovrattinto, è adatto sia a giacche sia ad abiti. Nel riquadro, Shantung 100% seta da 270 g realizzato da Tessitura di Novara, azienda che il Gruppo Ermenegildo Zegna ha acquisito nel 2009. Il filato è forte, brillante, con nodi e fiamme, ottenuto dalla filatura di bozzoli di seta doppi. 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui