EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Maver, Del Nero e Dallocchio
giurati per Land for Dreamers
Per i giovani che hanno un progetto da realizzare la destinazione è «Land for Dreamers». Land Rover, con la sua ammiraglia Range Rover, li aiuterà. In collaborazione con Arbiter. Basta compilare il «Passaporto del sognatore»
DI Andrea Bertuzzi

dreamers_3-facebook

Tempo medio di lettura: 3' 30''

«È un progetto volto orgogliosamente a scommettere sui sognatori, ovvero giovani talenti destinati a essere i futuri leader della nostra civiltà, guidati da un fuoco interiore alimentato dall’intuizione, dalla creatività e dalla grande capacità di sognare. Come a bordo di una Range Rover nel sogno si entra in uno spazio atemporale, dove la storia non è il passato ma è l’esperienza, l’evoluzione continua. Anche il sognatore deve intraprendere un viaggio straordinario dove ostacoli, sfide e avversità aiutano, anzi sono vitali, per costruire la propria identità, integrità e la consapevolezza di battersi per un futuro migliore». Queste le parole di Daniele Maver, presidente e ad di Jaguar Land Rover, che sarà nella giuria di «Land for Dreamers», assieme a Maurizio Dallocchio, Francesca Del Nero, Brunello Cucinelli, Giampiero Bodino e Giuseppe Frangi (sveleremo gli ultimi tre giurati sul prossimo numero). Partecipare a «Land for Dreamers» è semplice: basta inviare entro il 15 ottobre una e-mail a dreamers@jaguarlandrover.com rispondendo alle domande contenute nel nostro «Passaporto del sognatore», allegato qui Gli under 30 che hanno un progetto da realizzare devono farsi guidare anche dalle parole di Francesca Del Nero, fondatrice della School for Dreamers e del Dreamers Day, evento dedicato ai sognatori, che si svolge ogni anno a Milano (prossimo appuntamento: l’8 ottobre al Teatro Dal Verme, dove verrà presentato anche «Land for Dreamers»): «Senza la potenza del sogno, questa giornata non si sarebbe mai potuta realizzare. Neppure gli sponsor ci credevano. è come se il sogno fosse diventato un’entità autonoma e sapesse che doveva manifestarsi e crescere all’infinito». «Per riuscire a incentivare i giovani sono necessari: valori, esempio, motivazione», aggiunge il professor Maurizio Dallocchio. «Quante generazioni sono state portate sull’orlo del baratro da impostori dotati di grandi doti di comunicazione! Per motivarli, oggi, bisogna dimostrare con i fatti che si crede davvero in ciò che si dice».

 

  

 

Nella sua storia, Land Rover (di cui fa parte la famiglia di auto Range Rover) ha sempre concepito vetture capaci di «andare oltre», di non fermarsi davanti agli ostacoli, incarnando lo spirito della frontiera. L’auto che riesce a giungere a destinazione superando gli ostacoli ambientali e le avverse condizioni meteo in sicurezza è la metafora del percorso impervio che sono costretti ad affrontare i sognatori, coloro che sanno immaginare un nuovo orizzonte, creando intorno alla propria visione l’entusiasmo e il coinvolgimento necessari a trasformare il sogno in realtà.

 

 Oggi, come in passato, sono persone (imprenditori, pensatori, artisti) che proprio per questa capacità di intuire e guardare lontano molto spesso non vengono riconosciuti subito. Il loro spirito, però, va supportato. Per questo Arbiter insieme a Range Rover hanno deciso di istituire «Land for Dreamers», un appuntamento annuale per premiare questa nuova generazione di visionari, per incentivare, sostenere e far conoscere la forza del sogno come strumento di crescita e di cambiamento positivo, mirando a strutturare una narrazione permanente sul tema e dimostrando come il sogno sia alla base delle più grandi imprese compiute dall’uomo.

 

 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui