«Auto classic? Aumenti di valore fino al 457%»

Il direttore ed editore di Arbiter Franz Botré, ospite su Radio Monte Carlo, ha spiegato come le auto d'epoca rappresentino sempre più un investimento per collezionisti e appassionati. Un mercato che ha spinto BMW a creare un vero e proprio dipartimento per il restauro di auto classiche. Come quella di Elvis Presley

DI Redazione
Tempo Medio Di Lettura: 1' 55''

Più sicuri di un BOT, più redditizi di azioni e obbligazioni. Sono gli investimenti in oggetti da collezione, come vini, orologi e soprattutto… auto. Tra aste milionarie e pezzi che raggiungono un valore fino a quattro volte la spesa iniziale, quello del restauro di auto d’epoca è un mercato in forte crescita, tanto da spingere BMW a creare BMW Classic Group, un dipartimento specializzato nel restauro delle proprie auto. 

La casa di BMW Classic non poteva che essere a Monaco di Baviera, in Moosacher Strasse 66, una delle prime sedi di produzione dell’azienda, che ha ri-aperto nel 2016 dopo restauro conservativo e conserva ancora l’antica portineria. Ma oggi BMW Classic è arrivata anche in Italia, con sedi a Milano e Roma e a fare da “ambasciatrice” di questo progetto in tutto il modo è un’auto davvero speciale… 

 

Ascolta l’intervista su Radio Monte Carlo

 

 

 

160212_TK_100JahreBMW_39_2

Ulrich Knieps, capo di Bmw Group Classic: alle sue spalle una BMW 2002 ti (1968-72).