EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Città in vetrina
Sergio Donati a Perugia
Storicità e contemporaneità sono il leitmotiv che Sergio Donati ha impresso al suo negozio nel cuore della Perugia medievale. Dagli abiti alla profumeria, dagli accessori agli essenziali interni
DI Giordano Bruno

Abbigliamento-Sergio-Donati-Perugia_6

Tempo medio di lettura: 2' 35''

Perugia è sobria, bella, riservata e accogliente. Legata al passato e aperta al presente. A questa sintesi Sergio Donati si è ispirato quando nel 1985 ha aperto il suo negozio di abbigliamento. Un luogo dove stessero in sintonia tradizione e ricerca. Materiali storici che brillano per la qualità accanto a quelli contemporanei. Un leitmotiv che lo guida ancora oggi e che gli dà grandi soddisfazioni. «Lo stile è l’uomo». Sulla scia del celebre aforisma di Georges-Louis Leclerc de Buffon, Sergio Donati parla del suo modo di intendere l’abbigliamento.

 

«Non sono agganciato a brand famosi ma alla tradizionale manualità della sartoria napoletana e alla collaudata artigianalità esecutiva dei dettagli», racconta.«In un abito sento di proporre qualità, durata, linee asciutte e rigorose per sottolineare una eleganza formale e confortevole e di conseguenza contemporanea. Nei completi, come negli spezzati, propongo un mix attuale. Quanto ai colori ho una netta preferenza per tutta la gamma del blu e del grigio con qualche puntata nel Galles e nel tartan. I filati, tutti in 150’s, con la loro morbidezza rafforzano nella persona un modo di essere e non di apparire. Tutte le proposte sono completate dalla camiceria napoletana che ha la sua inconfondibile caratteristica nella spalla attaccata a “mappina”. Gli abiti sono pronti o su misura e, sostenuto dalla sartoria interna, posso rispondere a dettagli, modifiche, richieste del cliente».

 

Oltre agli abiti e ai blazer troviamo una vasta e ragionata antologia di pantaloni, giubbotti in pelle, camicie in denim, maglie e scarpe. Tra gli accessori, cravatte che spaziano dalla seta al cashmere, borse e gemelli. Qui Sergio cerca di coniugare la raffinatezza dei materiali con la ricerca del nuovo design. «Lo spazio nel quale si muovono i miei clienti e i miei collaboratori è essenziale perché non deve interferire con la persona, tantomeno con i capi esposti. Come dice un proverbio cinese: “Se qualcuno ti mostra la Luna, non guardare il dito che la indica”», conclude il patron. Ultimo ma non per importanza, sparsi qui e là, i profumi di Knize, gli accessori da barba di Taylor of Bond street, le candele di Cire Trudon: per cominciare una giornata con una perfetta toilette e concluderla con il profumo di una candela nel relax della sera. A Perugia Donati è una tappa d’obbligo per una clientela nazionale e internazionale.  

 

Guarda la fotogallery del negozio Sergio Donati 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui