EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Cilento
in Vetrina
Gusto, completezza, cura del dettaglio. Dopo due anni di lavoro e una vita di cultura, Ugo Cilento ha aperto la sua nuova dimora partenopea dello stile
DI Alessandro Botré - FOTO DI Stefano Triulzi
CILENTO_-021

La calzoleria della boutique Cilento.

Tempo medio di lettura: 1' 50''

Non è facile chiudere un glorioso capitolo che attraversa 250 anni di storia, quella della propria famiglia, per aprirne uno nuovo che sintetizzi il precedente arricchendolo con la propria personalità. Farsi artefici di una tale evoluzione è un’importante responsabilità soprattutto morale. E Ugo Cilento ci è riuscito. Il patron di Cilento 1780, celebre laboratorio d’eleganza partenopeo, ha spostato la sua attività da via Medina a riviera di Chiaia 203/204, all’interno di Palazzo Ludolf. Racconta Ugo: «La sede storica era di un’eleganza austera, di un fascino borbonico che ho ereditato e come tale ho rispettato. Sono passato da una forma di bellezza a un’altra: una sfida che ho vinto».

 

CILENTO_-082

Ugo Cilento mostra le cravatte in seta. Come tutti i prodotti, sono artigianali. Sullo sfondo, un dipinto della fine dell’800 di Felice Giordano.

 

I nuovi locali sono imponenti per quantità, qualità e ricercatezza degli oggetti, non solo d’abbigliamento ma anche d’arredamento. Tutto è stato eseguito sotto la direzione unica di Ugo Cilento. Che prosegue: «Un’area è dedicata agli accessori: cravatte, papillon, cinture, sciarpe, foulard, seteria, borse da donna. L’altra è la parte più grande del negozio con calzoleria, drapperia, maglieria, camiceria, pigiami, intimo ecc. Tutto confezionato artigianalmente». Per quanto riguarda l’arredamento è museale: mensole intarsiate ricavate da un biliardo di metà ’800 restaurato, due affreschi dell’800 francese con i quali ha costruito specchi per la cravatteria, staffe da cavallo realizzate da un artigiano napoletano appoggiate su antichi stand con parquet del ’700. Il successo del nuovo maniero dello stile partenopeo si è dimostrato superiore alle aspettative.

 

 

 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui