EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE

I ricchi vestano da ricchi

please....

Calciatori che ritirano il Pallone d’oro indossando abiti inadeguati anche per un concorso musicale romeno, multimilionari che bevono vino in tetrapak. Lo spesometro dovrebbe valere anche al contrario perché i ricchi devono vivere da tali, altrimenti offendono chi non lo è

DI Paul de Sury
Tempo medio di lettura: 1' 5''

Questa rubrica ha appena compiuto il suo decimo anniversario. Inizialmente avevo proposto di chiamarla «I grandi misteri dell’universo», ma poi la redazione ha optato per «Sul filo del pensiero». Come spesso devo ricordare a mia moglie, detesto avere sempre ragione, ma il mio titolo era più corretto. 

 

Ne volete una dimostrazione? Bene, eccola, appena sfornata. Chi sceglie il guardaroba di Pep Guardiola? Questo è veramente un arcano inspiegabile. Stiamo parlando di un uomo che guadagna «settantaduemilamiliardi» di euro all’anno. Guardate qualsiasi partita di Champions League e lo vedrete indossare sempre lo stesso golfino scrauso di terital grigio topo. Ha uno scollo a V così poco accentuato che il nodo della cravatta stenta a farne capolino. Eccezionalmente ci indossa sopra un impermeabilino di tre taglie troppo piccolo, forse un regalo della prima comunione oppure di André Villas-Boas (un altro proletario) che porta un capo analogo da quando era assistente di José Mourinho. Intuisco già l’obiezione.

 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui