EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE

La critica

del ciclista

Da bambini è simbolo di libertà, già nell’adolescenza è imbarazzante. Da adulti, invece, girare vestito come un pagliaccio con un piccolo bidet in testa è da eco-citrulli

DI Paul de Sury
Tempo medio di lettura: 0' 25''

Nella mia città (Milano), sembra che il servizio comunale di noleggio biciclette (definito, chissà perché, bike sharing) sia stato un successo. Purtroppo, mancano le piste ciclabili e la minaccia combinata di pavé tritura reni e tram che viaggiano al filo del marciapiede spinge i biciclisti a viaggiare su quest’ultimo. Passeggiare, per noi pedoni, è diventato un rischio. In compenso, usare il velocipede è l’ultima frontiera del trendy.

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui