EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Le scarpe giuste
per l'estate
Il richiamo della bella stagione fa riscoprire l’eleganza informale di scarpe nate per il tempo libero. Ma capaci di sovvertire le regole
DI Giancarlo Maresca - FOTO DI Simone Galbusera - styling Camilla Gusti

03_mod_2

Tempo medio di lettura: 2' 35''

Se non ci sono emergenze in corso, al mattino lascio il letto intorno alle otto e mezzo. passo per il bagno e poi in studio, per accendere il computer. In soggiorno bevo come una medicina il primo dei miei due bicchieri d’acqua giornalieri, rigorosamente a temperatura ambiente. Il caffè lo trovo pronto e ancora caldo, fatto alla napoletana da mia moglie. Me ne verso una generosa dose, scelgo tre biscotti ed esco sul balconcino per godermeli mentre vedo cosa succede di nuovo nel mondo. È una routine come un’altra, eppure la vivo come un evento. A parte il fatto che a 60 anni e con un lungo curriculum di stravizi svegliarsi in buona salute è di per sé motivo di buon umore, basta quella breve immersione nella realtà a rendere ogni giorno speciale. La ripetitività non esiste perché, a cominciare da noi, tutto muta in continuazione. Alcuni cambiamenti sono definitivi, altri ciclici.

 

Da qualche giorno, ad esempio, il sole è riuscito nuovamente a superare l’edificio di fronte e ha cominciato a far brillare la cucina. Pochi minuti che presto diventeranno ore, perché alle nostre latitudini ogni casa è una meridiana. Se anche siamo fermi in casa, il tempo passa e il silenzioso orologio del sistema solare lo segna con precisione e bellezza senza paragoni. Il sole che torna a farsi vedere in luoghi che aveva lasciato da mesi è il primo segnale della primavera. Quando scatta l’ora legale, anche i più distratti sono costretti ad accorgersene. Più luce e calore significano più energia per tutti gli esseri viventi, uomini compresi. Ci viene voglia di aria aperta, e l’abbigliamento si fa subito interprete di questa ritrovata disposizione al movimento.

 

I tessuti hanno una ricchissima varietà di pesi e consistenze, quindi giacche e pantaloni possono disporre di una sintonia molto fine coi registri stagionali. Quanto alle scarpe, si possano continuare a portare le stesse tutto l’anno, ma non tutti i giorni. Quando la situazione e le belle giornate suggeriscono leggerezza, rifiutare un invito così cortese è una forma di scortesia. Dopotutto la città non è fatta solo di uffici, tribunali, banche e assicurazioni, ci sono anche circoli e ristoranti, luoghi e momenti per aperitivi e cene, passeggiate e chiacchierate. In questo articolo abbiamo voluto offrire una parziale rassegna di alcune delle calzature primaverili classiche, con qualche breve e non obbligatoria istruzione per l’uso. 

 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui