EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
Imitatori
senza idee
L’empatia può valere più della forza intellettuale, che spesso induce a compiere le piccolezze tipiche dei presuntuosi e dei lettori onnivori.
DI Giuseppe Martini

libri-148-

Tempo medio di lettura: 0' 45''

Sarà stato il battito animale, ma l’ardore del gentil sesso verso José Mourinho ha avuto un ruolo decisivo nel produrre numerosi tentativi d’imitazione non solo fra colleghi, e certamente a suo tempo ognuno di voi si sarà imbattuto almeno una volta, traendone miste conclusioni, in una donna in deliquio per il portoghese che non le manda a dire a nessuno. William Hazlitt, collaboratore del London Magazine fra il 1820 e 1821 con una rubrica intitolata «Table Track», sdoganerebbe oggi l’astuto coach del Chelsea come un buon stratega contro l’inutilità della cultura, dal momento che vale più l’empatia che la forza intellettuale, sapere non dà superiorità, e anzi più si è colti più si passa per gente dai gusti strani.

 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui