EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE
La nuova
rotta di Nautilus
Rivoluzionaria, la penna senza cappuccio di Hermès si apre con un meccanismo «automatico» a rotazione. Un'esclusiva frutto della collaborazione col designer australiano Marc Newson
DI Alberto Gerosa

DP_Ecriture_43

Tempo medio di lettura: 1' 5''

Prima, venne il movimento. Se guardiamo alla storia di Hermès, la costante che emerge è quella di un’azienda da sempre impegnata nell’adattare l’eleganza alla mobilità. Un compito decisamente arduo, se si considera che nell’arco dell’esistenza della Maison fondata nel 1837 da Thierry Hermès i mezzi di locomozione si sono evoluti dal cavallo all’astronave. Così, alle selle che avevano decretato i primi successi del marchio parigino si sarebbero affiancate nel corso dei decenni intere gamme di nuovi accessori, primi fra tutti gli indumenti e le borse con chiusure lampo, ideali per viaggiare in automobile e soddisfare quella marinettiana febbre della velocità che aveva contagiato l’Europa della Belle Époque. 

 

Non stupisce quindi che per la sua nuova collezione di strumenti da scrittura il direttore artistico, Pierre-Alexis Dumas, abbia incaricato Marc Newson, designer australiano che vanta al suo attivo la progettazione di una varietà straordinaria di artefatti, ivi compresi motoscafi, automobili e interni di aeroplani. 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui