EDITORIALE CATEGORIA NEWS BOCCIATI & PROMOSSI RUBRICHE EVENTI INVIA LE TUE STORIE

Uomo che piange

no grazie

L’imperante perversione moderna ha sdoganato il piagnucolio virile, celebrando anche l’uomo che non teme di mostrare i propri sentimenti in pubblico

DI Paul de Sury
Tempo medio di lettura: 0' 35''

«Big boys don’t cry», cantilenano le mamme anglofone ai figli maschi per ricordare loro che il passare del tempo rende le lacrime monopolio delle femmine. È vero. Il singhiozzo dei bambini strappa il cuore, quello donnesco appartiene allo sterminato arsenale muliebre, quello maschile è semplicemente disgustoso. L’imperante perversione moderna ha sdoganato il piagnucolio virile, anzi lo celebra: «È un uomo che non teme di rivelare i suoi sentimenti». Nell’era degli stilisti, frignare in pubblico ha ormai acquisito lo status di una sapiente capacità di manifestare la propria sensibilità. Balle. 

Effettua il login per visualizzare l'articolo completo - clicca qui