L’agenda di Arbiter a dicembre

Mentre a New York si celebra Auguste Rodin, a Milano rivive il clima sociale e culturale di Woodstock. E Bolaffi mette all’asta le lettere di Francesco Hayez

DI Andrea Bertuzzi
Tempo Medio Di Lettura: 9' 30''

4.-Goncharova.-Ciclista.

 

REVOLUTIJA – DA CHAGALL A MALEVIČ DA REPIN A KANDINSKIJ

Apre il 12 dicembre e proseguirà fino al 18 maggio 2018 al MAMbo – Museo d’arte moderna di Bologna la mostra che raccoglie oltre 70 opere, capolavori assoluti provenienti dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, che raccontano la straordinaria modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio ’900: dal primitivismo al cubo-futurismo, fino al suprematismo e al costruttivismo. L’arte delle avanguardie russe è uno dei capitoli più importanti e radicali del modernismo. Il periodo compreso tra il 1910 e il 1920 ha visto nascere, come in nessun altro momento della storia dell’arte, scuole, associazioni e movimenti d’avanguardia diametralmente opposti l’uno all’altro e a un ritmo vertiginoso. Se il fallimento della rivoluzione del 1905 aveva seminato la sfiducia tra intellettuali e artisti, quella vittoriosa del ’17 diventò un richiamo profondo, un punto sicuro di riferimento (a lato, Natal’ja Goncˇarova, Ciclista, olio su tela, 1913).

 

REVIM04REVOLUTION

Dal 2 dicembre al 4 aprile 2018 alla Fabbrica del vapore di Milano, Revolution – Musica e ribelli 1966-1970. Dalla Londra dei Beatles a Woodstock, una mostra sulle storie, i protagonisti e gli oggetti del breve, densissimo periodo tra il 1966 e il 1970. Il clima sociale e culturale dell’epoca viene rappresentato da oltre 300 fra oggetti di moda, design, film e canzoni, in un percorso esperienziale anche grazie a un innovativo e sofisticato sistema di audioguide Sennheiser. In una sala con un prato e cuscini viene ricreato anche il concerto più importante del secolo: Woodstock (sopra, Poster for The Crazy World of Arthur Brown at Ufo di Hapshash and the Coloured Coat, 1967).

 

COSMOGONIE

Continua  fino al 22 dicembre alla Fondazione Plart di Napoli, la prima personale dell’architetto e designer Mario Coppola, con opere realizzate in Pla (acido polilattico), una bioplastica interamente ricavata dall’amido vegetale, biodegradabile ed ecologica, stampate in 3D con tecnologia Fdm (modellazione a deposizione fusa). La Fondazione Plart promuove la storia e la cultura dei materiali polimerici, a partire dalla conservazione, lo studio e la comunicazione delle opere d’arte e di design in plastica.

 

SINFONIA ENGIADINA

Dal 28 al 30 dicembre tornano i concerti dell’orchestra Sinfonia Engiadina. Fondata nel 1985 e affidata dal 1989 al direttore Marc Andreae, è composta dai migliori musicisti delle orchestre di Berlino, Dresda, Baden-Baden, Zurigo, Milano e Bologna, che si tengono liberi tra Natale e Capodanno per suonare in un paesaggio da sogno.

 

ALL’INCANTO

Che ne direste di mettere sotto l’albero un’opera d’arte di pregio acquistata all’incanto? Presso Il Ponte un simile sogno è alla portata di tutti: le sue vendite di arte moderna e contemporanea sono ben note per stime e basi d’asta in generale più accessibili rispetto alle valutazioni correnti. Dall’incanto del 5/12 segnaliamo due splendide e importanti tele risalenti al 1940 e firmate rispettivamente Ottone Rosai (Paesaggio toscano, stima 12mila-16mila euro) e Carlo Carrà (Paesaggio marino – La tenda sul mare, 25mila-35mila euro, ponteonline.com). Chi invece desidera portarsi a casa una rara documentazione sulla produzione di Francesco Hayez, con l’asta Bolaffi del 13/12, può aggiudicarsi un carteggio (39 lettere) di metà ’800 tra il pittore romantico e Pietro Nobile, direttore delle costruzioni nella Vienna imperiale (base 30mila euro, astebolaffi.it). Novità anche in casa Little Nemo, che il 16/12 propone per la prima volta fumetti valutati secondo una scala di grading scientifico dello stato di conservazione e della rarità dell’albo, elaborata dalla società Stati di Conservazione (littlenemo.it).              

Alberto Gerosa

 

HERMÈS SILK MIX 

Il 2 dicembre Hermès inaugura in via Condotti 67 a Roma Silk Mix, un temporary store (fino al 31 gennaio 2018) ispirato a un negozio di dischi, in cui i carré in seta da uomo impreziosiscono le copertine dei vinili e le cravatte adornano le cassette. Una boutique dedicata alla seta, dove valutare le infinite proposte di colore, provare nodi e imparare le piccole astuzie per indossare al meglio foulard e sciarpe.

 

RODIN AT THE MET 

Nel centenario della morte di Auguste Rodin (1840-1917), il Metropolitan Museum of Art di New York celebra la propria collezione storica dell’artista con una bella mostra. Fino al 15 gennaio 2018.

 

L’ORIGINE DEL MONDO 

ES.17.90_Anonimo,-Irish-McCalla,-anni-50,-Stati-UnitiProsegue fino al 17 dicembre al Palazzo della Triennale di Milano la mostra che presenta 200 fotografie trouvée della collezione Alidem dedicate al tema dell’erotismo, dal 1880 agli anni 60 del ’900. Venti sezioni, dalle immagini prodotte per le accademie alle snapshot private, evidenziano come i progressi della tecnologia (dalle pellicole più veloci alle fotocamere più piccole) abbiano trasformato la fotografia erotica in un gioco di coppia. La casa, dal salotto alla camera da letto, diventa un set privilegiato per la mise en scene. Fino a quando, negli anni 60, nello stesso salotto, che aveva già sostituito il boudoir, compare un terzo incomodo: la tv (sotto, Anonimo, Irish McCalla, Usa, anni 50).