Provato per voi: Tagliatore

D isegna, taglia, cuce gli abiti così come le fantasie dei tessuti. Pino Lerario è la mano e la mente di Tagliatore, che in terra di Puglia confeziona la qualità.

L' architettura popolare delle Murge realizza con disarmante naturalezza quell’essenzialità emozionale che, da Van Gogh in poi, l’arte colta insegue raggiungendo di rado pari eloquenza. Qui le case di paese hanno il colore della farina e sembrano plasmate con le dita, come fossero di mollica di pane. Le masserie di campagna, in pietra viva, sono cattedrali contadine in cui una fantasia incorrotta ha mescolato curve e spigoli e nascosto il grandioso nel minuscolo. La formula di Cellini o Borromini, con un millesimo della loro vanità. I trulli, poi, non si direbbero opera dell’uomo ma organismi viventi di un’antica specie al confine tra regno animale e vegetale. Tra loro si parlano, si vogliono bene e hanno figli, ecco perché li si vede in gruppi. L’onnipresente reticolo di muretti a secco, infine, è così basso da non nascondere o dividere nulla, anzi è il sistema vascolare che unisce l’intero territorio. Collegamenti imperfetti tengono isolata quanto basta questa regione incantevole, che ho occasione di rivedere nel viaggio verso Martina Franca. Prima del risveglio del dragone cinese, che li ha ridotti sotto i 2mila, la zona contava 12mila posti di lavoro nei settori di scarpe e abbigliamento.

Vestire
Iscriviti

Newsletter

Entra nel mondo di Arbiter: iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato e ricevere i contenuti in anteprima.